Trento: riqualificazione del suolo per annullare il consumo del territorio.

Entro il 2020 la Provincia autonoma di Trento arriverà ad un consumo pari a zero di territorio preferendo la riqualificazione.


Semplificazione delle procedure per avviare gli interventi di riqualificazione:  la linea di intervento della Provincia di Trento per ridurre, fino ad annullare totalmente nel 2020,  il consumo di suolo vergine per lavori di edilizia.
La Provincia ha infatti approvato il contenuti della legge provinciale  LR 15/2015.
La nuova legge urbanistica, per arrivare a consumo di suolo a zero entro l’anno 2020, ha ridefinito il termine ristrutturazione edilizia, inglobando all’interno i cambi di destinazione d’uso  e gli ampliamenti fino al 20% ammessi dal PRG, mentre gli interventi edilizi liberi, anche dal punto di vista paesaggistico  non necessiteranno di  comunicazione di inizio lavori.
 
Per incentivare gli interventi di riqualificazione , la norma ha creato un sostanziale divario per il contributo di costruzione.
Il contributo per la riqualificazione sarà pari al 5%  del costo medio di costruzione, contro il 20%  del costo medio per nuove  costruzioni.
Potranno essere individuate nuova aree di insediamento esclusivamente per soddisfare esigenze abitative primarie  in mancanza di soluzioni alternative.
 
La legge assegna all’Osservatorio del Paesaggio i compiti di documentazione, studio, elaborazione, partecipazione  e monitoraggio e ad un comitato di professionisti d’esperienza per la progettazione architettonica e urbana. 

I nostri clienti

Compila per supporto tecnico o commerciale, oppure entra nella sezione contatti.

Richiedi subito maggiori informazioni

Inserisci i tuoi dati e ti ricontatteremo al più presto per ogni tipo di informazione.