Nuovi interventi di edilizia infrastrutturale. Esauriti i 100 milioni di euro a disposizione: attese le graduatorie per l’assegnazione.

Il click day si chiude con un bilancio di 3 mila richieste provenienti dai Comuni con meno di 5.000 abitanti


Con il click day del 13 maggio scorso, sono risultate più di 3 mila le richieste pervenute dai piccoli Comuni (meno di 5.000 abitanti) al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) per partecipare al bando nazionale da 100 milioni di euro da investire in nuovi interventi di edilizia delle infrastrutture. 
Erano stati il decreto di attuazione dell'articolo 3 dello Sblocca Italia e la convenzione stipulata tra Mit e Anci (associazione nazionale comuni italiani) a fissare  in 100 milioni di euro il finanziamento per progetti del valore compreso tra 100 e 400 mila euro.
Il bando per l’accesso ai contributi stabilisce precise priorità:
- la riqualificazione e manutenzione del territorio, mediante recupero e ristrutturazione di strutture esistenti e riqualificazione di aree dismesse; oltre all'effettuazione di interventi mirati al contenimento del rischio idrogeologico;
- il potenziamento dell'efficienza energetica degli immobili pubblici anche attraverso la realizzazione di impianti che sfruttino fonti rinnovabili per la produzione e distribuzione di energia sostenibile; 
- la messa in sicurezza degli edifici pubblici, con particolare riferimento a quelli scolastici, alle strutture socio assistenziali di proprietà comunale e alle strutture di maggior fruizione pubblica.
La Regione Piemonte è in testa per il maggior numero di domande presentate. 
Le risorse saranno assegnate sulla base delle graduatorie delle richieste pervenute stilate dalle Regioni. E' fissato, invece, al 31 agosto 2015 il termine ultimo per la pubblicazione del bando di gara o della determina da parte di ciascun Comune. 

I nostri clienti

Compila per supporto tecnico o commerciale, oppure entra nella sezione contatti.

Richiedi subito maggiori informazioni

Inserisci i tuoi dati e ti ricontatteremo al più presto per ogni tipo di informazione.