Edilizia scolastica: arrivano i fondi per le #scuolesicure

10 milioni di euro stanziati dalla legge La Buona Scuola


Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca il 12 agosto scorso ha firmato un decreto che prevede la ripartizione per tutto il 2016 dei 10 milioni di euro stanziati dalla Legge Buona Scuola per i mutui agevolati con la BEI (Banca Europea per gli Investimenti). In totale sono previsti circa 550 interventi di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza delle scuole, e le Regioni potranno finanziare 350 interventi tra quelli annunciati nella Programmazione triennale.

I 10 milioni di euro previsti serviranno per coprire gli oneri di ammortamento a carico dello Stato, per un finanziamento totale che equivale a 240 milioni di euro a beneficio degli Enti locali. Inoltre è stato possibile recuperare altri 47,5 milioni da economie di gara del programma di interventi #scuolesicure, e verranno reinvestiti nuovamente per poter finanziare 204 interventi di manutenzione straordinaria. Lo stesso Ministro Giannini spiega che questi interventi saranno finalizzati a proseguire il piano di messa in sicurezza delle scuole italiane.

L’obiettivo non è solo aumentare la sicurezza e la solidità delle scuole, ma anche migliorarne l’accoglienza. Per questo motivo il Ministro Giannini ha annunciato che nelle prossime settimane verrà emanato un bando per la progettazione e la fornitura di arredi innovativi e di aule realizzate a misura di studente, inserendo nel piano oltre 600 istituti dove già sono stati realizzati altri interventi con i primi 150 milioni derivanti dal capitolo #scuolesicure. Gli interventi sono già stati avviati nel 2014 e si sono conclusi nel giro di due anni, mediante procedure chiare e trasparenti, che hanno permesso una determinata rapidità nell’esecuzione dei lavori con un monitoraggio costante.

In totale il Decreto Mutui ha stanziato circa 905 milioni di euro per gli interventi di edilizia scolastica. L’avvio fu dato dal decreto “L’istruzione riparte” (DL 104/2013), che ha stanziato 40 milioni di euro all’anno per coprire i mutui trentennali per gli interventi straordinari che riguardano le scuole pubbliche, le palestre scolastiche, le residenze per studenti universitari e immobili dell’Alta formazione artistica. Il decreto è stato successivamente integrato con “La Buona Scuola” (Legge 107/2015), che ha aumentato le risorse fino a 50 milioni di euro annui.

I nostri clienti

Compila per supporto tecnico o commerciale, oppure entra nella sezione contatti.

Richiedi subito maggiori informazioni

Inserisci i tuoi dati e ti ricontatteremo al più presto per ogni tipo di informazione.